Hellas Transmountains … Il mio viaggio

… si perché è stato proprio un lungo viaggio quello che mi ha portato la mattina del 30 settembre scorso a partire da solo da Kalavrita

per affrontare il percorso della Hellas Transmountains,,,

un viaggio iniziato lo scorso anno, quando gia’ avevo deciso di partecipare a questa gara/avventura con tanti aspetti che mi affascinavano:

1)      Il posto;

2)      Il percorso;

3)      Autosufficienza;

4)      organizzazione;

5)      la competizione.

Ed è proprio vero che la preparazione per un viaggio è tanto affascinante e stimolante rispetto allo stesso… a maggior ragione quando si affronta un esperienza nuova!

Quindi si iniziano a sognare i posti che si attraverseranno, l’esigenze che ci saranno, i materiali necessari,,,, e piu’ ci si avvicina alla partenza e piu’  è un continuo pensare a: mi manchera’ qualcosa? Ho preso tutto il necessario? Che cosa non avro’ considerato???????

Intanto vi racconto dell’assetto bici ed il cosiddetto bikepacking… una modalita’ di viaggio in mtb piu’ “leggera” con borse inserite qua e la’, ma cercando di non appesantire troppo il mezzo con portapacchi….. come da cicloturismo classico.

Per la bici, confermata la mia Elios 29 Carbon Xt che mi ha accompagnato egregiamente in questa stagione con forcella rigida e coppia di ruote ZTR Crest con Geax Saguaro Tubeless

… poi approfondiamo il discorso borse… e qui durante la preparazione per questa avventura ho scoperto un vero mondo….

Siccome in molti hanno chiesto info sulle mie borse, vi dettaglio per cosa ho optato(considerando un giro di 3gg):

bici elios 29

1)      borsa frontale attaccata al manubrio:

si tratta di una sacca alpkit  http://www.alpkit.com/shop/cart.php?target=product&product_id=17027&category_id=295

che ho irrigidito mettendo all’interno un parte in spugna dura ma flessibile, ed all’interno:  gilet, giubbino goretex, gambali, manicotti, guanti lunghi, banda catarifrangente, barrette

2)      due borse feedbag attaccate sulla pipa acquistate qui http://www.highmobilitygear.com/PBSCCatalog.asp?ItmID=11547827

in una la borraccia e nell’altra ho inserito le varie batterie per le mie luci

bici elios frontale

3)      la borsa al telaio Xtreme e quella sull’orizzontale le ho acquistate su Rosebike http://www.rosebikes.it/prodotti/accessori/borse/borse-bici/borse-al-telaio/

in quella sopra l’orizzontale ho messo: macchina fotografica, cellulare, infilato pezze, colla attak, mastice e qualche barretta

In quella del triangolo: raggi di ricambio, chiave multiuso, lubrificante, telo salvavita, accendifuoco, corda, pinza multiuso, bomboletta riparatubeless, fascette, nastro americano, salviette umidificate, carta igienica

4)      la borsetta sul tubo sella  è una revelate Jerricane http://www.highmobilitygear.com/PBSCCatalog.asp?ItmID=11547977 ho infilato altra bomboletta tubeless, bustine di miele, barrette e pile

5)      sacca sotto sella ho preso sempre una alpkit ma questo modello con varie opzioni di misure http://www.alpkit.com/shop/cart.php?target=product&product_id=16469&category_id=295

ho inserito dentro il sacco a pelo, crema solare ed autan

Per il triangolo centrale sicuramente per un viaggio piu’ importante occorre sfruttare meglio lo spazio con soluzioni a misura che si possono trovare anche da Alpkit, Carousel, Revelate ed altri.

Poi avevo uno zaino camelback con sacca idrica da 2lt

Il faretto montato sul manubrio è uno Scurion 700 ed il navigatore è un garmin etrex 30

Il Racconto.

TransMountains

La gara purtroppo non c’è stata perché non si è raggiunto il nr di partecipanti previsto… alla fine si doveva partire con una versione “Wild” ma gli altri concorrenti si sono tirati indietro e praticamente mi sono ritrovato da solo…..

Avevo organizzato e pianificato da tempo questa gara .,.. quindi che faccio?!!?!

Ovvio, parto lo stesso!

Quindi mi dirigo a Kalavrita con mia moglie e la bimba, scarico il mezzo, sistemo le ultime cose

DSC_0088

grazie al contributo determinante della mia aiutante….

ci salutiamo…. che amore!!!

DSC_0105DSC_0106

 

 

accendo lo Spot e sono ONLINE!

DSC_0110

Parto per la prima traccia,,, e dopo qualche km mi rendo conto gia’ di aver sbagliato……

IMG_2291

torno indietro e quanto avevo immaginato è  gia’ sotto le mie ruote,,, salita lunghissima e dura con fondo pietroso subito come antipasto

Il clima è perfetto, sole e temperatura fresca sono ideali  per salire… anche se non riesco a pedalare come vorrei,,,, arrivo in cima ed inizia il mal di stomaco forte e malessere….. gia’ avvertita da subito.

IMG_2296

 

Faccio la discesa ed in fondo un branco di cani, mi aggredisce ma fortunatamente li supero in velocita’……

Dopo un’altra salita impegnativa si apre una nuova vallata spettacolare ed il paesaggio mi ricorda molto quello delle nostre montagne, con la differenza che sembra piu’ arido.

… attraverso un bel torrente

IMG_2293

Arrivano le ore centrali e purtroppo le mie condizioni fisiche peggiorano, visto che non riesco nemmeno ad alimentarmi….

… si proprio lassu’ dobbiamo andare….

IMG_2294

Spero di incontrare un bar o qualcosa di simile, ma si vedono solo  pecore, capre e cani….. e qualche casupola….

per fortuna si trovano delle fontane!

IMG_2306

Dopo circa 70km arriva un tratto in pianura scorrevole, e dopo un breve tratto di asfalto la traccia mi riporta dentro un piccolo centro abitato…. Ed in un budello in salita da fare solo a piedi…. (Marco ma come l’hai trovato questo passaggio?!?!)  si torna di nuovo a fare salita cattiva…

Non ho nemmeno piu’ le forze per spingere la bici a piedi,,,, ed ho i crampi sia allo stomaco che alle gambe….. insomma sto proprio male!

IMG_2311

Supero questa salita

IMG_2305

e quando torno in pianura mi parcheggio vicino un vigneto,,,,

dopo aver “rubato” un grappolo d’uva,,,, prendo il cellulare  per vedere se ci sono chiamate che non ho  sentito… e vedo un sms …. Era mio fratello che scriveva a mia moglie(avevo il suo cellulare) per comunicare della morte di mia nonna…….. …….   Sono troppo lontano, lontano dalla mia famiglia, non c’è gara, mi sento proprio male,,,,, decido che non è il caso di continuare o meglio di rientrare dopo il primo CP a GOura… infatti da lì saranno circa 70km per tornare ad Akrata dalla mia famiglia dove chiudero’ questa esperienza in terra ellenica(grazie ai tanti, che mi hanno supportato ed incitato online).

Il tempo inizia a diventare brutto e prendo anche un “bel” temporale in quota sull’ultima passo, prima di riscendere verso il primo CP a Goura.

I km che mi separano verso il rientro sono un misto di angoscia e ricordi della mia cara nonna, che in diversi momenti della mia vita è stata come una madre per me….

Penso a te Nonna e sono certo che in questo momento starai con Nonno amorevolmente baccagliando…. come avete fatto per tutta la vostra bellissima vita; un amore umile, sincero, fatto di cose semplici ma che avete saputo rinnovare ogni giorno,

ed evidentemente era arrivato il momento che ritornassi a stargli vicino

Ti voglio bene!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...